Cosa vedere a Torri del Benaco
C

Ecco tutto quello che devi sapere e cosa vedere a Torri del Benaco, meravigliosa cittadina sul Lago di Garda

Home Cosa Vedere Cosa vedere a Torri del Benaco

Sulla sponda veronese del Lago di Garda, a circa 38 chilometri da Verona, esiste un piccolo paese gioiello. Stiamo parlando di Torri del Benaco, città elegante composta ufficialmente da 3049 anime che collega la sponda veronese del lago con quella bresciana grazie al traghetto che giornalmente effettua la tratta.

Sono diverse le attrazioni turistiche presenti in questo territorio: dal paesaggio naturalistico intorno ad esso per gli amanti dello sport, fino al suo centro storico, spiagge e punti benessere per coloro che preferiscono il relax.

Ma non solo. Esistono altri luoghi che hanno fatto la storia di questa parte del Lago. Andiamo quindi a scoprire cosa devi vedere a Torri del Benaco. Personalmente l’ho visitato in tre occasioni, e la più recente mi ha lasciato il segno in quanto era da troppo tempo che non ci passavo.

Il Castello Scaligero e la Torre dell’Orologio

Certamente la prima tappa del vostro viaggio a Torri deve coincidere con una visita al Castello Scaligero. La fortezza, costruita durante l’era dei romani nel 15 A.C., è stata rinnovata nel 1983 a seguito dei lavori del Comune dopo che era stata lasciata in stato di abbandono per diverso tempo. Attualmente il Castello comprende anche il Museo del Castello Scaligero che ripercorre la storia di Torri e delle origini di questo particolare luogo. Potrete visitarlo in lungo e in largo fino a salire sulla torre principale per vedere il Lago di Garda dall’alto.

Il museo etnografico presente all’interno della struttura mette in risalto l’evoluzione del territorio gardesano e di tutte le attività rurali presenti durante il periodo storico della sua costruzione. A corredo del Castello Scaligero vi segnalo anche la presenza di una limonaia utilizzata anche da Francesco Renga durante la produzione di un videoclip musicale di ‘Angelo’, dove tutt’ora si coltivano limoni e agrumi. Sicuramente è una delle parti più belle della visita al castello (o almeno è una delle parti che più mi è piaciuta!).

Nella parte nord del paese trovate invece la Torre dell’Orologio (detta anche Torre del Comune) che era nata durante il periodo scaligero come stazionamento di guardia con funzioni militari. Attualmente, invece, è un luogo di cui ammirarne la storicità e posta sostanzialmente in centro.

Le Spiagge di Torri del Benaco

A differenza di altri luoghi sul Garda, Torri non ospita una grande numero di spiagge, ma la sua posizione privilegiata e la sua conformazione particolare fa si che quelle presenti siano poco frequentate e, quindi, quasi esclusive. Quelle provate personalmente da me sono la Baia delle Sirene e lo Sbocco Valle Rendina.

Partiamo dalla prima citata poco sopra. La Baia delle Sirene si trova in realtà in mezzo tra Garda e Torri, inserita all’interno del parco naturalistico omonimo. Da Torri vi consiglio di prendere la macchina e farvi un chilometro a sud per raggiungere il posto. Trattasi di un piccolo angolo di paradiso immerso nel verde. La zona è poi circondata da ristoranti e bar per accompagnare la vostra giornata nel migliore dei modi.

Se volete invece rimanere in quel di Torri, non c’è nessun problema: vi consiglio le spiagge in ghiaia poco sopra la Baia dei Pini (stiamo parlando di 100 metri a nord dal centro). Luogo in cui potersi davvero rilassare in riva al Lago. Anche in questo caso, la zona è piena di ristoranti e beach bar per il massimo del relax.

Il Centro storico e il suo Lungolago

Sicuramente è da apprezzare anche il centro storico che, dopo la visita al Castello, merita sicuramente un passaggio. Quando sono stato a Torri mi sono veramente immedesimato nell’ambiente medioevale del suo centro, seguendo le viuzze cosparse di negozi e bar: mi sentivo veramente nel passato! Arrivati alla piazza della chiesetta ho ripercorso il tragitto per tornare al castello, ma stavolta l’ho fatto seguendo il lungolago.

Anche in questo caso Torri mi ha sorpreso, il lungolago è veramente affascinante ma soprattutto è stato valorizzato al massimo in quanto sono presenti diversi ristoranti e bar dove pranzare o cenare con il panorama che sicuramente ricerchiamo tutti quando visitiamo questa zona. Io, per non saper leggere né scrivere, un pit-stop qui me lo sono fatto!

Il Ponte Tibetano

Ultimo, ma non per importanza, il particolarissimo Ponte Tibetano situato nella località vicina di Crero. Per raggiungerlo è necessario parcheggiare la macchina in questa frazione e seguire le indicazioni presenti vicino alla chiesetta di San Siro.

In pochi minuti dovreste poter raggiungere il ponte e vivere un’esperienza davvero particolare. Proseguendo nel cammino, invece, potrete raggiungere la frazione di Pai di Sopra. Guardatevi attorno e gustatevi il panorama presente. Un’ultima indicazione importante per chi volesse intraprendere questo tipo di percorso: da Crero a Pai sono circa un’ora andata e un’ora per il ritorno. Ma ne vale assolutamente la pena.

Michele
Ciao lettore 🙂 Sono Michele, ho 30 anni e vivo sul Lago di Garda, più precisamente a Toscolano Maderno. La passione e la bellezza di questo territorio mi hanno spinto a condividere con voi i miei migliori consigli e tutto ciò che riguarda il Lago di Garda. Se avete bisogno di informazioni ulteriori commentate l'articolo e vi risponderò in 24 ore! Buon viaggio a tutti!

4 COMMENTS

  1. Ciao ho letto ma non ben capito scusami…. per andare al ponte tibetano da Torri del benaco ci vuole circa un’ora di viaggio di sola andata? Grazie mille delle informazioni.

    • Ciao Irene,

      corretto di sola andata (se parti da Torri) ci si mette circa 1 ora e mezzo. Molti però arrivano direttamente in località Poi e fanno una escursione partendo da lì per poi girare i dintorni.

  2. Ciao Michele, recentemente sono stata a Bardolino che mi ha colpita. Prossimamente assieme ad amici volevamo visitare altre cittadine belle affacciate sul lago sempre su questa sponda.. hai consigli particolari? Grazie in anticipo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli:

Aqualux SPA a Bardolino

Non solo piscine, relax e benessere. L'Aqualux è un hotel di lusso che ti promette un'esperienza indimenticabile se cerchi un soggiorno tra...

Cosa vedere a Castelnuovo del Garda

Per una visita di una giornata oppure come base per un weekend, Castelnuovo è perfetta. Immerso tra vigneti e uliveti, tra Peschiera...

Le Ville romane sul Lago di Garda

Nel territorio gardesano, per chi arriva in vacanza o per una visita del territorio, non può certo trascurare le testimonianze storiche. Questo...

Lago d’Idro: a due passi dal Garda

Oltre il Garda, ecco un lago bellissimo che incanta col suo paesaggio. Il lago d'Idro lo puoi scoprire nell'entroterra, un fiordo sotto le Alpi tra borghi e boschi.
Booking.com