Cosa vedere a Peschiera del Garda
C

Cosa vedere a Peschiera del Garda: scopri la città fortezza patrimonio UNESCO, un borgo ricolmo di storia e di bellezza posizionato al sud del Lago di Garda!

Home Cosa Vedere Cosa vedere a Peschiera del Garda

Peschiera del Garda è una delle città-simbolo dell’intero Lago di Garda, situata a sud è chiamata storicamente “Pentagono” ed è stata insignita dal 2017 come una delle città patrimonio dell’umanità UNESCO data la sua importanza storica dettata dall’imponenza e importanza della sua fortezza. Peschiera è anche confine tra la sponda veronese e quella bresciana, ed è inoltre presente una fermata ferroviaria che la rende appetibile per gite fuori porta (Verona dista solo 25km) o come punto di partenza per circumnavigare il lago con il traghetto.

Per coloro che si domandano: cosa vedere a Peschiera del Garda? Andiamo a scoprirlo insieme!

La storia di Peschiera

Come già detto Peschiera si trova in una posizione estremamente strategica e grazie ad essa è stata sempre al centro delle attenzioni fin dall’antichità. I primi insediamenti nella zona arrivano addirittura dall’età del Bronzo passando poi ad essere un fortilizio romano, una rocca scaligera, un importante polo per la Serenissima di Venezia per poi passare dal 1815 al regno lombardo-veneto e divenire una delle fortezze che componeva il Quadrilatero, ovvero il sistema difensivo pensato dagli austriaci che aveva come cardini anche Mantova, Legnago e Verona.

Una vera e propria fortezza, quindi, con mura che circondano il paese e che la rendevano inespugnabile. Dopo essere stata nelle mani degli austriaci Peschiera passò all’Italia a partire dal 1866 con il trattato di Praga mantenendo la bellezza che, ad oggi, si riflette ancora nelle già citate ed alte mura fortificate costruite ed innalzate nell’arco della sua storia.

Centro Storico

Cosa vedere a Peschiera del Garda? Non si può non partire proprio da ciò che lo ha reso Patrimonio UNESCO: la sua fortezza. Il centro storico si trova proprio al suo interno nel quale si può accedere passando da porta Verona che di fatto è l’antica porta della città fortezza. Come potrete osservare su questa porta c’è il grande stemma del Leone della Serenissima con una dicitura latina che recita così:

“Disce haec moneat praecelsa leonis imago ne stimvles cev leo in hoste vigent”

Tutto chiaro no? La traduzione letterale è “Che tu sappia questa eccelsa immagine del leone ti dissuada dal provocare i veneti, giacché essi contro il nemico hanno il vigore del leone”.

La seconda entrata, situata a sud-ovest rispetto a quella di Verona, è rappresentata da Porta Brescia (datata 1770) dalla quale accederete fin da subito nella fortezza per esplorarne i vicoli e tutto il borgo medievale.

Procedendo verso il centro di Peschiera ed esplorando a pieno la fortezza potrete quindi osservare diversi monumenti e palazzi storici colmi di storia, oltre che esplorarne i ponti. Di seguito la lista di ciò che è assolutamente da non perdere.

Ospedale Militare (Caserma XX Maggio)

Complesso non visitabile (se non dall’esterno), costruito dagli asburgici per dotare Peschiera di un ospedale a prova di bomba per curare i soldati. I lavori per la sua finalizzazione richiesero 7 anni di tempo passati i quali Peschiera divenne nuovamente “italiana”, convertendo l’ospedale in quello che all’epoca fu un carcere militare.

Palleria Austriaca

Un nome che già racconta molto di questo particolare edificio: era utilizzato dagli asburgici proprio come “magazzino” delle palle di cannone utilizzate in passato. Un vero e proprio deposito di munizioni pronto all’uso.

La Palleria è facilmente riconoscibile anche grazie al particolare cortile in marmo.

Piazza Ferdinando di Savoia

Ex Piazza delle Armi, è uno dei punti cardine di Peschiera del Garda dove poter anche visitare la chiesa costruita vicino all’anno 1000.

Ponte dei Voltoni

Questo ponte è uno dei simboli più riconosciuti di Peschiera del Garda. Costruito nel 1556 con le caratteristiche cinque arcate è percorribile sia a piedi che con una barca, passando proprio sotto una delle già citate cinque arcate.

Parco Catullo

Questo piccolo parco rappresenta un polmone verde all’interno dell’isolotto di Peschiera. Storicamente questo lembo di terra era dedicato al mondo dell’agricoltura, qui infatti venivano coltivati gli ortaggi utili alla vita di sussistenza. Nel tempo è stato riqualificato e destinato proprio alla funzione di parco cittadino.

Palazzo del Comandante

All’interno dell’ex Quartiere Militare si trova forse l’edificio più importante, storicamente parlando, di questo paesino del Lago di Garda: Palzzina Storica o Palazzo del Comandante. Costruita nel 1853 dagli austriaci per farne degli alloggi dedicati agli ufficiali militari e al comandante: al primo piano risiedevano gli ufficiali, mentre tutto il secondo piano era stato pensato per il comandante. Come anticipato è un vero pezzo di storia italiana perché proprio all’interno di una delle sue sale (visitabile in quanto è un Museo) il Re Vittorio Emanuele III tenne il “Convegno Interalleato” che portò alla resistenza italiana sul Piave e la conseguente vittoria della Prima Guerra Mondiale. Proprio qui infatti è presente il museo dedicato alla prima grande guerra.

Bastione Querini

Il Bastione Querini era uno dei due lati dell’ingresso della fortezza passando dal lago, una vera e propria via d’accesso costituita da lui e dal bastione gemello, abbattuto nel 1906 e quindi non visibile nei nostri tempi. Dall’alto del Bastione Querini è comunque possibile osservare il porto di Peschiera oltre che il Lago stesso.

Piazza San Marco

Caratteristica piazzetta centrale di Peschiera dove poter osservare diversi simboli storici del paese come i due obelischi el 1500, il Palazzo del Provveditore e l’arco con l’orologio.

Michele
Ciao lettore 🙂 Sono Michele, ho 30 anni e vivo sul Lago di Garda, più precisamente a Toscolano Maderno. La passione e la bellezza di questo territorio mi hanno spinto a condividere con voi i miei migliori consigli e tutto ciò che riguarda il Lago di Garda. Se avete bisogno di informazioni ulteriori commentate l'articolo e vi risponderò in 24 ore! Buon viaggio a tutti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli:

Prodotti tipici di Tremosine

Il Garda e le sue bontà in tavola, soprattutto a Tremosine offre specialità di formaggi morbidi o stagionati, olio DOP, il miele d'acacia e le squisite ricette tradizionali tra pesce e carne

Prodotti tipici di Malcesine: vino, salumi e formaggi

La sponda veronese del Garda propone prodotti certamente interessanti, soprattutto nella zona di Malcesine

Lo Zafferano del Lago di Garda

Il Garda riserva sempre qualche sorpresa: come il suo pregiato zafferano, coltivato nella sponda meridionale soprattutto, vero oro giallo del territorio!

Prodotti tipici di Limone sul Garda

Ecco le delizie del territorio di Limone sul Garda, dalle celebri specialità al limone e agli agrumi fino all'olio d'oliva Garda DOP, extravergine pregiato.
Booking.com