Castello di Desenzano del Garda
C

Nella sponda meridionale del Garda sorge questo antico Castello di Desenzano, oggi restaurato al meglio tra torri e mura merlate, dopo secoli di abbandono.

Home Castelli del Lago di Garda Castello di Desenzano del Garda

La cittadina più grande sul lago è sovrastata dalle rovine del suo imponente baluardo, che risale forse all’epoca romana e ricostruito nell’XI secolo. Tuttora, infatti, il Castello domina il paesaggio di Desenzano.

Si tratta di un’antica fortezza costruita come difesa dagli assalti degli Ungari, insieme a molte altre fortificazioni del territorio, che fungeva da rifugio per la popolazione in tempi di protezione dai saccheggi e invasioni.

Oggi vediamo il Castello dei Desenzano come un luogo romantico, da ammirare passeggiando sul lungolago, al porto o nel centro storico. Eppure c’è molto da raccontare per conoscerlo più da vicino.

Dalle battaglie ai panorami, il Castello e la sua storia

Nato con l’originaria funzione di castrum romano, così almeno ipotizzano alcuni storici, il castello nei secoli fu rinforzato e poi ampliato nel Quattrocento.

All’epoca, racchiudeva delle case all’interno delle mura, quasi 120 abitazioni per costituire una cittadella fortificata, in cui era presente anche la chiesa di Sant’Ambrogio. Questo luogo rappresentava un centro difensivo della contea di Desenzano, che nelle cronache fu sotto il potere del Sacro Romano Impero, e affidata dall’imperatore a diversi nobili locali.

Durante i secoli, questo borgo è stato importante per la sua posizione strategica, non solo nei commerci ma anche a livello di battaglie. È qui che la cittadella a volte ha retto, a volte ha ceduto. Spesso attaccata in modo significativo, è caduta nel tempo in un degrado tale che ha richiesto un complicato restauro. Sono rimaste solo la cortina di mura circolari e le torri, ma tanto bastava per sperare in un recupero architettonico. È stato fatto un recupero della torre principale, di parte delle mura comprendendo il torresino del Pontesello, una parte del cortile interno. Tutto è avvenuto fino al 2007, quando il Castello di Desenzano è stato aperto, e oggi è possibile visitare il complesso della torre su due piani. 

Un secondo restauro è continuato nella parte nord fino al torresino del Buffalora (la Specola, ossia luogo di osservazione), e alcuni alloggi per ufficiali. Dal 2014 la zona degli ex alloggi ufficiali e del cortile interno è dedicata all’allestimento di mostre, con una sala convegni intitolata a Gino Benedetti ed uno spazio urbano polivalente. Nel 2019 è terminato l’ultimo restauro, con il recupero delle mura e della Torre campanaria. 

Dal panorama di Desenzano si può notare oggi la forma irregolare del maniero, un rettangolo ancora molto affascinante nonostante il logorio del tempo.

Visitare il Castello di Desenzano

Oggi il restauro delle antiche mura consente di effettuare la visita del camminamento di ronda e la salita al mastio, in modo agevole e sicuro.

I visitatori possono salire fino a questa torre nella parte d’ingresso, un tempo dotata di ponte levatoio, quella in cui nessuno sperava di doversi rifugiare nei secoli andati – è dotata di finestre solo nella parte superiore. Ci si può affacciare al suo interno e vedere, magari con un macabro brivido, la botola in cui si facevano cadere i condannati a morte rinchiusi nella torre. Da qui si può arrivare al punto panoramico in alto, da dove godere di una magnifica vista sulla città e sul Lago di Garda; uno scenario indimenticabile.

Con una passerella si passa sotto le mura e le merlature, si prosegue per una scala a chiocciola e da qui si può scendere, avendo una visione impressionante sul castello e i suoi vecchi cannoni.

Nell’Ottocento, infatti, lo spazio della fortezza divenne una caserma per la fanteria, poi per i bersaglieri e infine per gli alpini fino al 1943.

Durante i mesi estivi, nella piccola arena adiacente al castello, si tengono concerti ed eventi storici: il Castello rivive e vale la pena di essere vissuto anche solo per una visita molto carina ed anche veloce (lo so: i bambini si annoiano falcimente!).

Buona visita a tutti!

Michele
Ciao lettore 🙂 Sono Michele, ho 30 anni e vivo sul Lago di Garda, più precisamente a Toscolano Maderno. La passione e la bellezza di questo territorio mi hanno spinto a condividere con voi i miei migliori consigli e tutto ciò che riguarda il Lago di Garda. Se avete bisogno di informazioni ulteriori commentate l'articolo e vi risponderò in 24 ore! Buon viaggio a tutti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli:

Esplorando il fascino del Castello di Tenno: un maestoso custode della storia sul Lago di Garda

Cari appassionati del Lago di Garda, oggi vi condurrò in un viaggio attraverso le maestose mura del Castello di Tenno, un'imponente fortezza...

Alla scoperta del lungolago di Padenghe del Garda: una passeggiata indimenticabile tra panorami incantevoli e relax rigenerante

Esplora il suggestivo lungolago di Padenghe del Garda: una passeggiata di 1,5 km tra panorami mozzafiato e relax sulle rive del Lago di Garda. Scopri consigli pratici per un'esperienza indimenticabile.

Valeggio sul Mincio: cosa vedere e cosa fare

Scopri le meraviglie di Valeggio sul Mincio sulle rive del Lago di Garda. Leggi il nostro articolo per trovare consigli su cosa vedere e fare, dai borghi medievali al Castello Scaligero e alle delizie culinarie locali. Pianifica la tua prossima avventura in questo affascinante angolo dell'Italia!

Santuario di Montecastello a Tignale: un tesoro nascosto sul Lago di Garda

Scopri la bellezza nascosta del Santuario di Montecastello: un luogo di pace e spiritualità immerso nella natura. Esplora la storia millenaria e le meraviglie architettoniche di questo santuario incantevole.
Booking.com