Ville del Lago di Garda, emozioni antiche
V

Le più spettacolari sul Lago di Garda erano le domus di epoca romana. Scoprile oggi, visitando le aree archeologiche delle tre antiche ville del Lago di Garda.

Home Cosa Vedere Ville del Lago di Garda, emozioni antiche

La bellezza del Benaco ha affascinato da secoli chiunque l’ha attraversato e nel tempo in molti si sono decisi a costruirci una dimora: sono tante, infatti, le bellissime ville sul Garda che sono state un tempo luogo privilegiato di residenza, e oggi aperte al pubblico.

Per chi cerca delle gite culturali nel week end, sicuramente tra le mete da raggiungere ci sono alcune di queste bellissime case signorili, spesso ricche di opere d’arte. Tra il verde dei giardini e l’azzurro del lago, il clima favorevole accoglie molti visitatori interessati alla storia e alle bellezze artistiche.

Le ville romane sul Garda: quali sono e la loro storia

Partendo dagli edifici più remoti e affascinanti, da visitare ci sono sicuramente le residenze dei patrizi romani sul Benaco.

La magnificenza di questo territorio aveva colpito di certo chi lo governava in epoca imperiale, e una delle posizioni più privilegiate come clima e panorama, era sicuramente quella sulle sponde gardesane.

Per questo, architetti e artisti si ingegnarono per creare delle sontuose ville sul lago, allora definito Benacus. Già dal I secolo a.C. i romani colonizzarono i territori veneti, e il poeta Virgilio descrive il Benaco con “flutti e impeto di mare”. Un lago grande, turbolento rispetto a quelli piccoli, che prendeva il suo nome dal celtico Bennacus, ossia “cornuto” per i molti promontori che lo circondavano.

Ancora oggi sulle sue rive sono conservati degli edifici imponenti di età romana; alcuni tra i più importanti e ben conservati nell’Italia settentrionale.

Le lussuose domus sorgevano nei punti più scenografici, e non difettavano certo nelle dimensioni. Erano destinate alle famiglie aristocratiche e ai notabili dell’impero, ospitavano servitori, spazi per l’agricoltura e i giardini.

Tra le più famose ci sono le cosiddette Grotte di Catullo, sulla penisola di Sirmione, la villa di Desenzano del Garda tra le insenature più tranquille, o quella di Toscolano Maderno sulla sponda bresciana. Scopri perché sono mete imperdibili, quale visitare per prima, e come fare per raggiungerle tutte!

Le Grotte di Catullo: la villa romana più spettacolare sul Garda

È stato sicuramente questo luogo unico a stregare chi ha deciso di costruire qui la sua dimora. Sulla punta della penisola di Sirmione, che penetra verso il centro del lago, oggi sorgono le spettacolari rovine di una favolosa villa del I secolo d.C.

Grotte di Catullo

el tempo si è pensato fosse la domus del poeta Catullo, che rese eterna l’amata Sirmione con i suoi versi, e per questo fu chiamata con il suo nome. In realtà, la villa era un lussuoso edificio che apparteneva ad una famiglia patrizia, i Valeri di Verona, che decise di fabbricare qui la più grande abitazione privata dell’Italia settentrionale romana. Comunque, è da qui vicino che scrisse i famosi versi in cui Sirmione è la “perla delle penisole e delle isole” che non vede l’ora di incontrare nuovamente.

In quest’area troviamo le rovine della villa di un tempo, che furono chiamate grotte perché ormai erano nicchie ricoperte dalla vegetazione. Oggi il sito archeologico si può visitare e ammirare dopo alcuni restauri e scavi, in uno spazio enorme e con un panorama incredibile sul Garda.

Su oltre due ettari, troverete i resti dei porticati, le terrazze sul lago, la cisterna, le officine, i pavimenti a mosaico e le terme private! 

Visita le Grotte di Catullo con un tour in barca 

Il modo più suggestivo di arrivare a questa villa romana è quello di prenotare un tour organizzato con una barca privata oppure un battello.

Potrete approdare sulla spiaggia delle Grotte di Catullo, celebre per le rocce bianche che emergono dall’acqua cristallina, e per i suoi tramonti indimenticabili. 

Oltre alla villa romana troverete anche un’area archeologica con diversi percorsi tra ruderi e natura. Nei dintorni oggi sorge un uliveto, e sappiamo che anticamente era presente una grande necropoli.

Potrete, infine, entrare nel Museo Archeologico dove sono esposti dei reperti della domus, tra cui mosaici, frammenti di affreschi e oggetti che aiutano a comprendere la storia delle ville del lago di Garda.  

La villa romana di Desenzano del Garda: bellezza imperiale.

Nel centro storico della cittadina di Desenzano potrete scoprire una vasta area archeologica che mostra la famosa “Villa Romana”. 

Questa dimora è oggi considerata una delle più importanti ville del nord Italia di epoca imperiale, e precisamente tardo-antica. Iniziata alla fine del I secolo a.C., in realtà ebbe molti rimaneggiamenti, finché prese l’aspetto con la quale la vediamo oggi, nel IV secolo d.C. Affacciava direttamente sul Garda, su una superficie di circa 11.000 metri quadrati. Gli interni erano decorati con mosaici, sia di forme geometriche sia con disegni di amorini e mitologie; oltre alle sculture in marmo, gli affreschi e gli stucchi.

La Villa Romana di Desenzano oggi mostra al suo interno anche delle sale allestite ad Antiquarium, dove sono esposti dei reperti preziosi tra pitture, monete; e le statue romane del II secolo d.C. che mostrano il fasto della villa. Un oggetto particolare? La pregiata coppa di vetro che raffigura Cristo mentre parla con un gallo – un’opera già cristiana, che forse rimanda al tradimento di Pietro prima che canti il gallo.

Questa domus rappresentava il vanto di una dinastia ricchissima, potente, che aveva investito moltissimi sesterzi nella costruzione. Gli archeologi non hanno dato un nome definitivo ai proprietari, ma si pensa che l’ultima fase di tanto sfarzo fosse dovuta alla posizione sociale di Flavio Magno Decenzio, il fratello dell’imperatore Magnenzio (350 – 353 d.C.). È proprio da Decenzio che prende il nome la città di Desenzano!

La villa di Toscolano Maderno: il Garda nasconde segreti antichi

Questa dimora di epoca romana non è stata ancora scavata del tutto. È per questo che, forse, attrae l’interesse  dei visitatori più curiosi. Meno famosa delle altre due (dato che in effetti c’è meno da vedere), è comunque parte di un’esperienza molto interessante per chi cerca di scoprire le ville del Lago di Garda.

Arrivando nella zona archeologica di Toscolano, oltre 2000 metri quadrati sulla sponda occidentale, troverete visibile la zona meridionale della domus, e scoprirete la sua storia.

Come altre residenze patrizie, fu costruita nel I secolo d.C., quando l’impero iniziò la sua espansione, e nel tempo fu ricostruita e trasformata fino al periodo tardo-antico (V secolo d.C.). 

Era una villa lussuosa, con un sontuoso loggiato verso il lago. Mostra ancora adesso i resti dei pavimenti a mosaico, le pareti dipinte e molte stanze, residenziali e di servizio. Era circondata da un giardino con una fontana fastosa, e un bacino di circa 47 metri di lunghezza!

Apparteneva alla famiglia dei Nonii, residenti a Brescia, con un grande potere su queste sponde gardesane. Il più importante in famiglia forse fu Marco Nonio Macrino, console nel 154 d.C., che fu molto vicino all’imperatore Marco Aurelio: sicuramente lasciò il segno la sua fortuna in politica!

Per visitarla bisogna raggiungere il piazzale di S. Maria del Benaco, non lontano dalla celebre Cartiera di Toscolano. 

Altre ville sulle sponde del Garda: le più “moderne”

Sono tante le dimore storiche e di lusso sparse nel territorio, da qui fino alle epoche più recenti. Non solo ville ma anche palazzi, castelli, torri… Il paesaggio del Lago di Garda è costellato da queste meraviglie architettoniche, e se alcune si fanno ammirare come residenze d’epoca, altre sono disponibili anche come location per cerimonie oppure eventi.

Tra le più celebri ci sono la sontuosa Villa Alba a Gardone Riviera, la fortezza della Rocca Viscontea e la Casa del Podestà a Lonato del Garda; Villa Guarienti a Punta San Vigilio, o il Palazzo Gambara (Casa Rocca) a Bedizzole.

Si fanno ammirare anche dimore di valore storico artistico come la famosa Dogana Veneta a Lazise, nel caratteristico porto. Oltre alla neo-gotica Villa Fiordaliso con la vicina Torre San Marco, decisamente dei luoghi suggestivi!

Michele
Ciao lettore 🙂 Sono Michele, ho 30 anni e vivo sul Lago di Garda, più precisamente a Toscolano Maderno. La passione e la bellezza di questo territorio mi hanno spinto a condividere con voi i miei migliori consigli e tutto ciò che riguarda il Lago di Garda. Se avete bisogno di informazioni ulteriori commentate l'articolo e vi risponderò in 24 ore! Buon viaggio a tutti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli:

Cascata di Varone a Riva del Garda

Uno scenario unico che puoi ammirare nel pieno della caduta, la Cascata del Varone a Riva del Garda ti stupisce per la bellezza e la potenza dell'acqua.

Parco Natura Viva Zoo Safari

Ami gli animali? Vicino al lago di Garda, il Parco Natura Viva Zoo Safari ti fa scoprire tante specie di fauna esotica, passeggiando o col Safari in auto!

Feste e Sagre del Lago di Garda

La vita sul Garda è ricca di eventi tutto l'anno, in particolare con feste locali estive, concerti, manifestazioni e sagre dedicate all'enogastronomia!

La Torre a Gardone Riviera: il locale più cool sulle acque del lago di garda

Una torre storica favolosa sul Garda, è oggi un locale rinomato per musica e serate, il ristorante e come location prestigiosa per eventi e nozze sul lago.
Booking.com