Il ponte tibetano di Torri del Benaco
I

Vuoi attraversare il Ponte Tibetano sul Garda? Raggiungi Torri del Benaco e inizia il trekking tra Crero e Pai, che comprende un ponte sospeso a 45 metri!

Home Torri del Benaco Il ponte tibetano di Torri del Benaco

Qualcosa di nuovo sul Lago di Garda? Sì! Oltre alle bellezze storiche o naturalistiche che ne fanno un territorio di pregio da sempre, ecco un’attrazione più recente e molto apprezzata per gli appassionati di escursionismo.

Si tratta del Ponte Tibetano, ossia il ponte sospeso che si trova a nord di Torri del Benaco, ovvero sulla sponda orientale gardesana, quella veronese.

Il Ponte sospeso sul Garda: le caratteristiche, il luogo, come raggiungerlo

Questa singolare passerella è stata inaugurata nella seconda metà del 2019 in una località situata a nord di Torri: infatti, come tutti i ponti che si rispettino, questo ponte tibetano rappresenta un collegamento tra i centri di Pai di Sotto e di Crero.

Il percorso del ponte tibetano e dei sentieri che portano lì è assolutamente agevole e adatto a tutti, inoltre anche nelle condizioni più estreme (ovvero in inverno) rimane assolutamente non proibitivo in inverno ma in generale consente di fare un’escursione diversa, da poco una tra le più richieste sul Lago di Garda veronese.

In ogni caso lasciatemi esprimere una opinione a riguardo: questo ponte non è come quelli classici e comodi che conosco, ma secondo me non rappresenta appieno nemmeno un vero ponte tibetano, di fatto quest’ultima definizione è un po’ più “forzata” rispetto a ciò che si immaginerebbe.

Si tratta di una passerella larga poco più di 1 metro, che quindi ricorda gli stretti ponti asiatici, la quale si snoda per circa 34 metri di lunghezza. 

Il dirupo che attraversa è di circa 40 metri di altezza dal suolo, con un massimo di 45 metri. Un’esperienza perfetta per chi ama i panorami ampi, godibili dall’alto, ma con la sicurezza di un fondo in acciaio e di griglie antiscivolo. 

Si tratta, quindi, di un ponte tibetano stabile e che per sicurezza si può percorrere in un massimo di 15 persone alla volta, non in bicicletta però, che dovrete portare a mano durante l’attraversamento!

L’esperienza è in ogni caso emozionante perché, oltre a dare la sensazione di superare un ostacolo naturale (come la gola che divide i due territori) permette anche di ammirare uno scenario unico. Si tratta di una prospettiva nuova, con un panorama che comprende gli ulivi e la vegetazione interna.

Vuoi percorrere il ponte tibetano a Torri del Benaco? Ci sono diversi itinerari da considerare.

Escursioni per attraversare il Ponte Tibetano di Torri del Benaco

Sono varie le passeggiate che possono includere il Ponte Tibetano, dato che nasce proprio per unire dei sentieri CAI 38 e 39.

In questo modo, rende continuativo il Senter de mes che va da Malcesine a Garda, che prima del 2019 rendeva necessario passare per San Zeno di Montagna, allungando la strada.

Si possono percorrere degli itinerari sia partendo dalla contrada di Crero, sia da quella di Pai. Oppure se si arriva in traghetto da Torri, si può considerare la partenza anche da lì.

Da Crero al Ponte Tibetano

In questa località si trovano dei parcheggi, per chi arriva in auto, per poi iniziare un trekking verso il ponte tibetano. Da lì potrete tornare indietro, oppure arrivare all’opposta località di Pai per poi tornare indietro in autobus!

Partendo dalla contrada di Crero si attraversa subito questo piccolo borgo e si arriva ad una storica chiesetta intitolata a San Siro (settecentesca) incastonata a picco su una valle sottostante, con lo sfondo panoramico sul Garda. Si seguono poi le indicazioni per il ponte tibetano con il sentiero che si addentra verso il verde della natura, diventando un sentiero nel bosco con diversi sali-scendi che regalano diversi scenari bellissimi sul lago. Il panorama comprende in lontananza Riva del Garda, Malcesine, il Monte Brione e il Monte Stivo, con una vista fino a Torbole.

Dopo circa mezz’ora si arriva al ponte tibetano, passando tra gli ulivi tipici di questa zona, per poi godersi tutta la bellezza del paesaggio e del “traguardo” raggiunto con l’attraversamento della passerella.

Dal Ponte Tibetano a Pai

Di regola chi attraversa il ponte non lo fa per tornare indietro ma, partendo sempre da Crero,prosegue per il borgo di Pai seguendo un sentiero che dura altri 20 minuti circa, sempre con un moto tortuoso tra salite e discese.

Quando la salita “boscosa” finisce si arriva ad una strada asfaltata e, prendendo la strada a sinistra, si può raggiungere il paese di Pai che è in ogni caso ben indicato. Un’alternativa è quella di prendere invece un sentiero a destra, cioè verso San Zeno di Montagna, ma questo è un percorso alternativo che vi permette di allungare il trekking con ulteriori paesaggi immersi nella natura.

Raggiunto il paese di Pai ci si trova in un borgo panoramico sul Lago di Garda, dove si può anche sostare su una terrazza panoramica, magari per rifocillarsi! Da qui si può rientrare a Crero, seguendo lo stesso sentiero al ritorno.

Durata delle escursioni sul Ponte Tibetano di Torri del Benaco

  • Escursione Crero – Ponte Tibetano: 25 minuti.
  • Escursione Crero – Ponte Tibetano – Pai: 50 minuti.
  • Escursione ad anello Crero – Ponte Tibetano – Pai – San Zeno di Montagna – Crero: 3-4 ore.

Consigli utili per il trekking al Ponte Tibetano

Un suggerimento utile è quello di evitare i giorni troppo caldi e, durante l’inverno, le giornate sottozero a rischio ghiaccio (si può scivolare sul ponte, occhio).

Indossate sempre delle scarpe adatte, una giacca per il vento o il freddo improvviso, magari con il cappuccio per la pioggia e… qualche snack per il percorso più lungo o per fare una sosta nel verde!

Come raggiungere il Ponte tibetano sul Garda

Arrivarci è semplice: Torri del Benaco si trova dopo Lazise e Bardolino, sulla sponda veronese. Per chi proviene dall’Autostrada si può uscire ad Affi e cercare la SS 249 Gardesana Orientale, seguendo le indicazioni per Garda / Torri del Benaco.

Ci si può arrivare superato Torri del Benaco, da dove si prosegue per Pai (o Crero) e si inizia la propria escursione!

Michele
Ciao lettore 🙂 Sono Michele, ho 30 anni e vivo sul Lago di Garda, più precisamente a Toscolano Maderno. La passione e la bellezza di questo territorio mi hanno spinto a condividere con voi i miei migliori consigli e tutto ciò che riguarda il Lago di Garda. Se avete bisogno di informazioni ulteriori commentate l'articolo e vi risponderò in 24 ore! Buon viaggio a tutti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli:

Esplorando il fascino del Castello di Tenno: un maestoso custode della storia sul Lago di Garda

Cari appassionati del Lago di Garda, oggi vi condurrò in un viaggio attraverso le maestose mura del Castello di Tenno, un'imponente fortezza...

Alla scoperta del lungolago di Padenghe del Garda: una passeggiata indimenticabile tra panorami incantevoli e relax rigenerante

Esplora il suggestivo lungolago di Padenghe del Garda: una passeggiata di 1,5 km tra panorami mozzafiato e relax sulle rive del Lago di Garda. Scopri consigli pratici per un'esperienza indimenticabile.

Valeggio sul Mincio: cosa vedere e cosa fare

Scopri le meraviglie di Valeggio sul Mincio sulle rive del Lago di Garda. Leggi il nostro articolo per trovare consigli su cosa vedere e fare, dai borghi medievali al Castello Scaligero e alle delizie culinarie locali. Pianifica la tua prossima avventura in questo affascinante angolo dell'Italia!

Santuario di Montecastello a Tignale: un tesoro nascosto sul Lago di Garda

Scopri la bellezza nascosta del Santuario di Montecastello: un luogo di pace e spiritualità immerso nella natura. Esplora la storia millenaria e le meraviglie architettoniche di questo santuario incantevole.
Booking.com