Cosa vedere a Campione
C

Campione del Garda è un bellissimo borgo in parte abbandonato, in parte molto vivace per chi ama gli sport d'acqua. Ecco cosa vedere tra rocce e lago!

Home Campione del Garda Cosa vedere a Campione

Ben diverso da Campione d’Italia, Campione del Garda è un borgo che si trova sul territorio gardesano, in un lembo di terra sotto una montagna che incombe. Una frazione del comune di Tremosine, che oggi è diventata un borgo bello ma non più popolato come un tempo.

Un luogo di fascino, quindi, per chi ama i luoghi isolati e “nascosti”, che rappresenta una località da visitare soprattutto se cerchi i vecchi borghi e apprezzi la natura di questo territorio, tra lago e rocce.

La storia del borgo

Campione si trova in una bellissima posizione sulla sponda bresciana del Benaco, incastrato tra la natura verde del parco Alto Garda, con la costa rocciosa, e le acque del lago – che portano fino ai centri più vicini di Tremosine e poi Salò.

Fin dalla sua fondazione nel medioevo e poi nel Rinascimento, Campione è stato un borgo commerciale, inserito in una vallata dove abbondavano cartiere, mulini, fucine, e un’intensa attività lavorativa di vari settori. Un borgo vivace, di cui rimane poca traccia oggi, visto che nel tempo questi lavori hanno perso interesse. 

La celebre Villa Archetti, la filanda del Settecento, infatti, resistette non oltre un secolo dato che fu minata dall’alluvione del 1807, che distrusse le officine. Fu la causa del progressivo abbandono del borgo, unito alla “svendita” delle varie attività della zona, che fece sì che Campione divenne quasi disabitato per circa un secolo. 

Anche se alla fine dell’Ottocento Campione del Garda fu rilanciata e si ripopolò, la durata della produttività non fu lunga. Ad oggi le sorti di questo piccolo borgo sono ancora in fase di discussione, con dei progetti di valorizzazione, mentre vivono ancora diverse cose da vedere e da fare…

Centro storico

Il recupero del borgo, consente oggi di visitare un centro ben diverso dal passato ma sempre affascinante. Il progetto di riqualificazione urbana prevede residenze, centri benessere e hotel. Il borgo, in questo senso, è pedonalizzato, tra vecchie case, ristoranti e botteghe.

In particolare, una strada costeggia il lungolago, ed è perfetta per fare passeggiate e godere del panorama di quest’angolo incastonato dalla montagna che lo sovrasta. Purtroppo una parte della strada che collega Campione ad altri borghi, è stata chiusa dopo una frana nel 2014.

Università della Vela

Per chi ama più l’acqua che la roccia, c’è da apprezzare la vocazione del borgo di oggi verso gli sport acquatici. A Campione trovi Univela, l’Università della Vela per la preparazione atletica di chi ama gli sport velici, che si trova in riva al lago e propone anche camere confortevoli, un ristorante, palestra e un ampio deposito per le attrezzature sportive.

Il clima è mite, e i venti Ora e Peler spirano tutto l’anno, consentendo di veleggiare tra barche, kite surf e windsurf. Inoltre, se si amano le immersioni, in questa zona è possibile raggiungere uno dei punti più profondi del Garda (oltre 360 metri), e tra le pareti verticali si può scorgere il celebre Pinnacolo, scultura naturale subacquea nota a tutti gli amanti del diving.

Sicuramente il centro è molto amato da chi pratica sport sul lago, ma anche come luogo di partenza per diverse escursioni nella natura circostante. 

Le spiagge

In alternativa, si può pensare ad una sosta rilassante sulle spiaggette di Campione, sono poche ma ben frequentate da chi ama il kit oppure il windsurf, quindi sempre interessanti. 
La spiaggia libera, in particolare, è piacevole con i suoi ciottoli di ghiaia e le zone di prato, con un comodo parcheggio a pagamento vicino, servizi igienici e docce – oltre ai servizi di bar e ristorante.

Altrimenti, si può trovare anche una spiaggia attrezzata che offre il servizio di noleggio lettini, sdraio e ombrelloni. 

Tra i progetti di riqualificazione degli ultimi anni, ora bloccati, c’è anche la costruzione del porto turistico Sailing Village, con ben 170 posti barca, e un esclusivo hotel annesso.

Campione rappresenta l’unica frazione di Tremosine che si affaccia sul lago, e anche per questo è nota a tutti gli abitanti dei dintorni. Una piccola penisola che oggi vive come una spiaggia, ma che forse all’inizio era un campo coltivabile, tra tante rocce. Il suo nome, infatti, sembra derivare dalla dicitura del XII secolo “Campillione” ovvero piccolo campo o piano arabile.

Gli itinerari naturalistici a Campione e nei dintorni

Uno di quelli più interessanti è sicuramente la gola del torrente San Michele. Il borgo, infatti, è collocato sul delta del torrente, in un canyon insinuato nella faglia rocciosa. Perfetta per chi fa del torrentismo, è anche una località adatta a chi vuole percorrere il canyon del torrente con dei sentieri ben definiti (202 e 207) che arrivano alla frazione di Pregasio, sempre a Tremosine, oppure che si dirigono verso Tignale, sotto Montecastello – dove sorge un monastero di eremiti.

Un altro scenario, che ricorda la storia recente, è invece quello che vede questa cittadina in totale autonomia durante il periodo autarchico del Ventennio. Ne nascerà un’opera di ingegneria appositamente studiata per Campione, per poter creare energia elettrica da un lago artificiale. Partendo da questo bacino ad alta quota, l’acqua arrivava a velocità di caduta tale da alimentare le turbine della centrale elettrica che si trovava ai piedi del monte, come Campione stessa. In particolare, alimentava l’industria tessile, che come abbiamo visto era fiorente fino alla Seconda Guerra Mondiale. 

Michele
Ciao lettore 🙂 Sono Michele, ho 30 anni e vivo sul Lago di Garda, più precisamente a Toscolano Maderno. La passione e la bellezza di questo territorio mi hanno spinto a condividere con voi i miei migliori consigli e tutto ciò che riguarda il Lago di Garda. Se avete bisogno di informazioni ulteriori commentate l'articolo e vi risponderò in 24 ore! Buon viaggio a tutti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultimi Articoli:

Esplorando il fascino del Castello di Tenno: un maestoso custode della storia sul Lago di Garda

Cari appassionati del Lago di Garda, oggi vi condurrò in un viaggio attraverso le maestose mura del Castello di Tenno, un'imponente fortezza...

Alla scoperta del lungolago di Padenghe del Garda: una passeggiata indimenticabile tra panorami incantevoli e relax rigenerante

Esplora il suggestivo lungolago di Padenghe del Garda: una passeggiata di 1,5 km tra panorami mozzafiato e relax sulle rive del Lago di Garda. Scopri consigli pratici per un'esperienza indimenticabile.

Valeggio sul Mincio: cosa vedere e cosa fare

Scopri le meraviglie di Valeggio sul Mincio sulle rive del Lago di Garda. Leggi il nostro articolo per trovare consigli su cosa vedere e fare, dai borghi medievali al Castello Scaligero e alle delizie culinarie locali. Pianifica la tua prossima avventura in questo affascinante angolo dell'Italia!

Santuario di Montecastello a Tignale: un tesoro nascosto sul Lago di Garda

Scopri la bellezza nascosta del Santuario di Montecastello: un luogo di pace e spiritualità immerso nella natura. Esplora la storia millenaria e le meraviglie architettoniche di questo santuario incantevole.
Booking.com